PENSIONE: chi, come, quando, dove e perché?

In Europa, almeno in 19 dei 28 paesi membri, esiste la moneta unica, ma non c’è ancora un sistema pensionistico unico. Esiste un sistema di Coordinamento delle varie politiche previdenziali, poi ci pensa la troika, quando è il caso, a dettare le regole da accettare a tambur battente.
Tuttavia l’impegno è quello di erogare pensioni adeguate e sostenibilità economica.La politica pensionistica della Comunità economica si basa sulla combinazione dei tre pilastri della sicurezza sociale (sicurezza sociale obbligatoria, regimi pensionistici integrativi e assicurazioni sulla vita) che dovrebbero offrire a ciascun cittadino la possibilità di mantenere, entro limiti ragionevoli, il proprio standard di vita dopo il pensionamento o nel caso di invalidità.
La Commissione ritiene che gli Stati membri debbano proseguire i loro sforzi nel contesto della strategia europea dell’occupazione, in modo da conseguire un corretto equilibrio tra la popolazione attiva e quella in pensione. Infatti, negli anni a venire, i tassi di attività dovranno crescere, soprattutto allungando la vita lavorativa attiva, per poter garantire il finanziamento delle pensioni in una società che invecchia.

Vota:

Leggi l'articolo →

COMPLICI & COMPARSE IN POLITICA

un truffatore, che vuole imbrogliare la sua vittima, deve fargli credere che l’affare sia vantaggioso, e per farglielo credere usa un complice che gli faccia da spalla. Anche un comico sul palcoscenico usa una comparsa che gli faccia da spalla, e ispiri le sue battute.
nelle prime teatrali c’è gente pagata per applaudire, per influenzare il giudizio del pubblico e dei critici che scriveranno recensioni sui giornali. Quindi anche in politica possiamo vedere chi riempie le piazze, pagando 10 €uro a ogni comparsa, come fa Berlusconi…

Vota:

Leggi l'articolo →